Mancinismo: Quali i vantaggi e gli svantaggi?

Tra i banchi di scuola molti di voi probabilmente ricorderanno quell’ amico che scriveva utilizzando la mano sinistra oppure, durante l’ora di educazione fisica, praticando sport emergeva la tendenza ad utilizzare la parte sinistra del corpo, ad esempio calciando il pallone col piede mancino. Ma quali sono le caratteristiche che contraddistinguono i mancini? Come è cambiata nei secoli la concezione di questa caratteristica personale? Quali sono i vantaggi e gli svantaggi dell’essere mancini ai giorni nostri? Gli interrogativi sono tanti ma andiamo con ordine.

Caratteristiche e storia del mancinismo

Il mancinismo è la tendenza ad usare, in parte o del tutto, il lato sinistro del corpo per compiere movimenti e gesti automatici e volontari. Fin dalla prima infanzia nel cervello umano avviene una specializzazione funzionale dei due emisferi cerebrali chiamata lateralizzazione. Durante il processo di lateralizzazione un emisfero cerebrale diviene predominante sull’ altro, nei mancini in particolare predomina l’emisfero destro poiché ad esso corrisponde il controllo del lato sinistro del corpo (mentre la parte destra del corpo è controllata dall’emisfero sinistro – Fig.1 ).  Sebbene i processi della lateralizzazione non siano stati chiariti e sono ancora oggetto di studio, è dimostrato che una componente importante riguarda l’ereditarietà, per cui se in famiglia sono presenti mancini è più probabile che i discendenti sviluppino questa caratteristica.

Fig. 1 – Funzione degli emisferi

E’ importante ricordare che il cervello possiede una notevole  plasticità e tende ad adattarsi ai cambiamenti esterni. In particolare è stato osservato come nei destrimani in sole due settimane immobilizzando l’arto principale (braccio destro, la persona impara a compensare con una mano sinistra veloce e precisa: tramite risonanza magnetica lo studio evidenzia che lo stimolo all’uso “svegli” l’emisfero cerebrale non dominante (quello destro nei destrimani), addirittura con cambiamenti rilevabili nello spessore della corteccia cerebrale.

Ci sono, infine dei soggetti in cui non c’è una particolare predominanza di un emisfero cerebrale su un altro, questi soggetti sono chiamati ambidestri e utilizzano alternativamente entrambe le parti del corpo.

Creativity Brain Drawing, creative PNG | PNGWave
Fig. 2 – Differenti funzioni degli emisferi
del cervello

Il mancinismo accompagna l’uomo fin dalla preistoria, anche se nel passato non sempre questa peculiarità ha avuta una connotazione positiva. La parola “mancino” deriva dal latino “mancus”, termine utilizzato dai romani come sinonimo di storpio, mutilato. Ancora oggi il termine “sinistro” nella lingua italiana è sinonimo di incidente, cupo, tetro, oscuro. Insomma niente di positivo. Per molti secoli la mano sinistra fu considerata la “mano del diavolo” e i bambini venivano sottoposti anche a punizioni corporali e costretti a scrivere con la mano destra. In Fig. 3 viene rappresentato il Paradiso terrestre di Hugo Van der Goes, in cui Eva raccoglie la mela con la “mano del peccato”, ovviamente la mano sinistra mentre Adamo alla sua destra rappresenta la ragione. Ancora agli inizi del 900 l’utilizzo della mano sinistra era considerato una devianza da correggere. Solo dagli anni ’70 in poi il mancinismo in Occidente venne considerato una caratteristica individuale e valutato positivamente. Al mancinismo è associata una maggior creatività e una maggiore abilità nelle discipline scientifiche. In Fig. 2 si evidenziano le diverse funzioni del cervello umano.

Fig. 3 – Adamo ed Eva nell’Eden
di Hugo Van der Goes

Quanti sono i mancini nel mondo?

Secondo uno studio del 1998 la popolazione mancina si aggira intorno al
7-10% con prevalenza maschile. In Italia i mancini sono circa il 4%, sotto la media, mentre in altri paesi come Inghilterra e Olanda questa percentuale supera abbondantemente il 20%. Infine si evidenzia una maggiore concentrazione di mancini tra i gemelli omozigoti.  La rarità dei mancini è semplicemente dovuta alla poca dominanza, negli uomini, del gene che favorisce l’utilizzo della mano sinistra.

Fig. 4 – Alcuni famosi mancini

Molte personalità di rilievo del passato erano mancini, è il caso, ad esempio, del fisico di fama mondiale Albert Einstein, dell’attore Charlie Chaplin, del pittore Vincent Van Gogh, del fondatore di Apple Steve Jobs e dell’astronauta Neil Armstrong. Tra i mancini più famosi dei giorni nostri ricordiamo invece l’ex Presidente degli Stati Uniti d’America Barack Obama, la leggenda della musica Paul McCartney, il fondatore di Microsoft Bill Gates e le attrici Julia Roberts e Nicole Kidman.

Vantaggi e Svantaggi dei mancini

I calciatori mancini più forti della storia del calcio | 90min

L’essere mancini comporta dei vantaggi nei confronti dei destrimani, in particolare si è osservato che le differenze di movimento dei mancini possono comportare dei vantaggi in ambito sportivo. In sport collettivi come il calcio, il baseball, la pallanuoto e la pallamano i mancini riescono a giocare meglio nel lato destro del campo rispetto ai destrimani. Inoltre sono avvantaggiati nelle carriere sportive poiché molto più rari. Anche in sport individuali come scherma, tennis e pugilati troviamo una predominanza di mancini. Un ulteriore vantaggio deriverebbe dal maggior sviluppo dell’emisfero destro del cervello che è l’emisfero che afferisce alla creatività, all’ immaginazione, all’ emotività e allo sviluppo delle arti. Tuttavia essere mancini in un mondo di destrimani comporta anche degli svantaggi. In particolare quasi tutti gli oggetti di uso quotidiano sono pensati per chi usa la mano destra. Utilizzare un paio di forbici, un coltello, un apriscatole e anche un mouse per computer può essere un ostacolo per chi predilige la mano sinistra nell’utilizzo di questi strumenti. Sono presenti in commercio diversi strumenti concepiti per i mancini, anche a livello scolastico:

  • Le forbici per mancini Staedtler sono ideate per i bambini dai 3 anni in su e sono uno strumento didattico di facile utilizzo.
  • Righe e righelli con millimetratura invertita da destra a sinistra possono facilitare chi predilige la mano sinistra per disegnare.
  • Penna per mancini ergonomica Stabilo, con impugnatura gommata può essere un valido aiuto per i mancini

Vincenzo Santalucia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *